14 giugno 2019

Il gusto proibito dello zenzero: le discriminazioni in America

Il gusto proibito dello zenzero è uno di quei libri dal ritmo pacato che riescono a toccare i nostri cuori.

La storia romanzata delle discriminazioni nei confronti degli asiatici in America fa conoscere un periodo storico che magari non abbiamo approfondito.
Anche in America ci sono stati campi di prigionia dove venivano mandati quelli che erano considerati "nemici" e in questo racconto si scopre quella realtà.

gusto proibito dello zenzero recensione


Continua a leggere...

12 giugno 2019

Gli ultimi romanzi della Fallaci expat a New York

Dopo aver apprezzato lo stile della Fallaci in tanti sui libri ho letto gli ultimi che ha scritto quando viveva da expat a New York.

Sono stati scritti a distanza di qualche anno l'uno dall'altro, il primo è più uno sfogo dopo l'attentato alle Torri Gemelli, mentre l'altro è un pesante atto d'accusa al mondo occidentale che resta inerme facendosi colonizzare, a sua detta, dai Paesi arabi.

La Fallaci è sempre brava ad argomentare i suoi pensieri ma questi suoi libri vanno letti con spirito critico perché a molte cose si potrebbe ribattere, l'assenza di contraddittorio fa sembrare che abbia ragione.

Gli ultimi romanzi della Fallaci recensione


Continua a leggere...

7 giugno 2019

Cinquanta sfumature di nero o meglio di noia

Mi è capitato per caso tra le mani il romanzo Cinquanta sfumature di nero, nella versione in inglese, e così l'ho letto, altrimenti non l'avrei fatto per diverse ragioni.
Non è l'unico romanzo in lingua originale che mi ha deluso, uno su tutti Angeli e Demoni.

Avevo già visto il film tratto dal primo romanzo di quella che doveva essere una trilogia, ovvero Cinquanta sfumature di grigio, incuriosita dal fatto che il libro fosse diventato un best seller.

Conoscevo perciò i personaggi principali e sapevo che non dovevo aspettarmi nulla in questo libro di oltre 500 pagine.

cinquanta sfumature di nero di noia recensione


Continua a leggere...

5 giugno 2019

Chi sono i veri pazzi sul nido del cuculo?

Qualcuno volò sul nido del cuculo è il titolo di una filastrocca americana dal quale Ken Kesey ha preso ispirazione per il suo romanzo ambientato in un ospedale psichiatrico dove, forse, tutti sono veramente pazzi.
Cuckoo, in lingua gergale, significa pazzo e questo sottolinea ancor di più la tematica.

L'autore Ken Kesy nel 1959 partecipò a uno studio sulle sostanze psicoattive presso la Stanford University e frequentò l’ospedale dei veterani di Menlo Park parlando coi pazienti, che riteneva reietti dalla società perché non convenzionali nel modo di agire e pensare.

i veri pazzi di qualcuno volò sul nido del cuculo


Continua a leggere...

31 maggio 2019

L'alfabeto dei corpi: omicidi e psicologia

I thriller sono il mio genere preferito e leggendo la quarta di copertina mi ero convinta a leggere L'alfabeto dei corpi di James W. Hall.

Il romanzo racconta gli omicidi commessi da un serial killer ma ci sono anche inseguimenti e un'attenta analisi psicologica dei protagonisti, infatti l'autore è anche un professore di letteratura e poeta.

L'alfabeto dei corpi: omicidi e psicologia


Continua a leggere...

29 maggio 2019

Storia di un amore straordinario di Vallgren

Negli ultimi anni gli autori svedesi stanno avendo molto successo, soprattutto quelli di genere poliziesco, mentre Storia di un amore straordinario di Vallgren è molto diverso.

La storia inizia nel febbraio del 1813 quando nascono due bambini, figli di due prostitute che lavorano nel bordello di Madame Schall a Königsberg.
I due saranno legati per molto tempo tempo finché qualcosa si metterà tra loro allontanandoli.

Storia di un amore straordinario di Vallgren


Continua a leggere...