9 aprile 2021

Viaggio a ogni costo: Autostop dall'Italia al Medio Oriente

Viaggiare è una delle mie più grandi passioni e nel tempo il mio modo di farlo è cambiato un poco e grazie anche alle letture di libri di viaggio conosco muove mete da visitare.

Viaggio a ogni costo: Autostop dall'Italia al Medio Oriente è il racconto del viaggio fatto da Diana Barbieri da Mantova al confine con la Siria nel 2013.

All'epoca la giovane ragazza aveva poca esperienza in fatto di viaggi zaino in spalla, il suo inglese non era fluente ma la sua voglia di conoscere nuovi posti e nuove persone molto grande.

Viaggio a ogni costo: Autostop dall'Italia al Medio Oriente


Viaggio a ogni costo: Autostop dall'Italia al Medio Oriente

Posso definire Viaggio a ogni costo un diario di viaggio che racconta la sua avventura estrema in bellissimi Paesi e fa venire voglia di partire per seguire le sue orme.

Diana aveva in programma di fare un viaggio da Mosca a Bali via terra in estate. Il suo contratto di lavoro termina all'improvviso e così a marzo decide di partire per alcuni mesi.

All'epoca le cose erano molto diverse e pochi lasciavano l'Italia per un viaggio a tempo indeterminato. Oggi è molto frequente e fa bene chi sceglie la strada che ritiene giusta per la propria felicità.

Il pensiero di partire e lasciare tutto era considerato una cosa da pazzi e da irresponsabili.

La ragazza era solita ospitare nel suo appartamento viaggiatori di tutto il mondo tramite Couchsurfing e, grazie a questo sito, si mette in contatto con un ragazzo brasiliano per condividere questa esperienza di viaggio zaino in spalla e autostop.

Gabriel ha molta più esperienza di lei e così le insegna le strategie per ottenere più facilmente un passaggio e a scegliere i posti migliori e sicuri per montare la tenda. Apprenderà così il decalogo del perfetto autostoppista.

Sin dalle prime pagine si capisce che il giovane è interessato a Diana e lei dice chiaramente che proseguirà il viaggio solo se lui si rassegna al fatto che non potrà mai esserci nulla tra di loro.

Purtroppo viaggiare da sola in autostop per le donne è sempre un rischio. Avere un compagno di viaggio maschio diventa una necessità per evitare problemi, tanto più che all'epoca viaggiare da soli non era ben visto. Anche adesso a molte persone sembra strano che qualcuno decida di partire da solo.

Chi viaggiava da solo era considerato un disadattato sociale...

Il viaggio dei due giovani prosegue attraverso i Balcani tra bellissimi paesaggi sino ad arrivare in Grecia e infine in Turchia. Diana è appassionata di antiche culture e vorrebbe sempre visitare ogni sito archeologico mentre il suo compagno di viaggio pensa più a cose pratiche come al mangiare.

Questo è il primo racconto di viaggio scritto da Diana che è autrice del blog Close to Eternity e che potete seguire anche sui social come Instagram e su YouTube. Dopo questa prima lunga avventura il suo desiderio di scoprire il mondo continuerà con altri bellissimi viaggi tanto che ormai sono sette anni che è in giro per il mondo.

Io amo viaggiare più comodamente e nei miei on the road utilizzo i mezzi di trasporto pubblici ma devo dire che la filosofia del viaggiare in autostop, raccontate molto bene nel libro, è un ottimo modo per conoscere la gente che si ferma a dare un passaggio.

Nel racconto si vede come alcuni popoli siano più propensi ad aiutare e come per molte persone sia un privilegio essere d'aiuto a chi, in teoria, ha più soldi di loro vivendo in un Paese ricco.

avrei dimenticato i nomi e i volti di tutte le persone conosciute nei miei viaggi. Però la gentilezza degli sconosciuti no...

Non voglio svelare molto del racconto di viaggio perché va letto e va apprezzata la schiettezza dell'autrice che mette a nudo la propria vulnerabilità e rivendica la sua voglia di indipendenza.

Avevo una fame di libertà che mi stravolgeva l'esistenza

Chi ama viaggiare comprende molto bene il suo desiderio di esplorare il mondo e di conoscere culture diverse. Mi sono ritrovata in molti suoi pensieri perché tante volte ho visitato posti che mi sembravano ideali per vivere per la gentilezza della gente e per la loro semplicità. Per vivere non abbiamo bisogno di molte cose, l'eccessivo consumismo nel mondo occidentale ci porta a volere cose che possono essere superflue.

la vita in viaggio non è diversa, bensì lo è il modo in cui noi percepiamo le situazioni.
Quel degrado che a noi occidentali affascina tanto, perché rappresenta una naturalezza che sentiamo di aver perduto

Questa sotto è la mappa dell'itinerario percorso da Diana nel suo viaggio verso il Medio Oriente e nel suo racconto si trovano molte indicazioni su siti estremamente interessanti da visitare.

mappa itinerario autostop italia medio oriente

Mi sono segnata molti di essi perché alcuni già erano nella mia wishlist, come Pamukkale, ma altri no ed essendo già stata in Turchia so che mi piacerebbe tanto tornare.

Consiglio la lettura a chi ama i viaggi e desidera scoprire posti nuovi attraverso gli occhi di una giovane donna desiderosa di scoprire il mondo e che deve vedersela col pregiudizio di molti.

Titolo: Viaggio a ogni costo: Autostop dall'Italia al Medio Oriente
Autore: Diana Barbieri
Anno: 2021
Editore: Self Pushing
Pagine: 350

2 commenti:

  1. Bellissima recensione di Viaggio a ogni costo, ho avuto l’onore di leggerlo in qualità di beta reader e l’ho letto due volte.
    Io ne sono rimasta affascinata, sia dei luoghi visitati e dei personaggi incontrati lungo il percorso, ma soprattutto dalla determinazione, caparbietà e dalla forza di volontà e coraggio di Diana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi sono annotata molti luoghi che vorrei vedere

      Elimina

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.