18 marzo 2020

La serie di Deaver con Kathryn Dance

Dalla penna di Jeffery Deaver è uscita una nuova serie poliziesca che ha per protagonista Kathryn Dance che avevamo conosciuto in precedenza nel romanzo La Luna fredda, uno dei thriller della serie con Lincoln Rhyme.
La Dance è una giovane donna vedova con due figli ancora piccoli che lavora per il CBI, un ente che si occupa di combattere il crimine.
Lei è esperta di cinesica, cioè riesce a interpretare il linguaggio non verbale e capire se testimoni e accusati mentono.

La serie di Deaver con Kathryn Dance


La bambola che dorme di Deaver


Durante gli interrogatori questa capacità permette alla Dance di capire la persona che si trova di fronte e a comportarsi di conseguenza, così che riesce a portarla a rivelare particolari che possono essere fondamentali in una indagine.
Kathryn osserva attentamente i gesti, gli sguardi, le alzate di spalle, ascolta il tono della voce per scoprire piccole variazioni che indichino la menzogna o l'omissione di qualcosa.

Nel romanzo La bambola che dorme la Dance deve interrogare un pericoloso criminale, Daniel Pell, soprannominato il figlio di Manson, che otto anni fa ha sterminato una famiglia e ucciso il suo complice.
L'uomo all'epoca si è dichiarato innocente affermando di aver ucciso il complice per legittima difesa, ma non gli valse come attenuante per l'efferato crimine.
Sarebbe detenuto nel carcere di massima sicurezza di Capitola ma alcune prove lo indicano sulla scena di un delitto irrisolto, avvenuto anni prima, e così deve subire un processo.
Per questo è condotto in tribunale e qui viene interrogato dalla Dance. Subito dopo il colloquio riesce a fuggire con l'aiuto di un complice.
La polizia, guidata dalla Dance, si mette sulle sue tracce ma sembra che invece di voler scappare lontano resti nelle vicinanze per qualche inspiegabile motivo.
Pell una volta era a capo di una setta, la sua "famiglia", e perciò vengono chiamate a collaborare le ex adepte, che ora odiano l'uomo che le costringeva a stare sottomesse a lui.
La Dance è anche aiutata da un agente FBI, Winston Kellogg, esperto di sette e dei comportamenti dei loro leader.

Questo romanzo di Deaver ha una trama interessante e mai scontata, come suo solito cerca di sorprendere il lettore con colpi di scena che riguardano personaggi che credevamo buoni e si rivelano complici oppure avere un secondo fine.
Sapendo ciò, questa volta ho intuito che un personaggio non fosse proprio animato da buone intenzioni ma arrivare con gli indizi disseminati nel romanzo a capire tutto è difficile.

In fondo la bellezza di un thriller è essere sorpresi e non riuscire ad anticipare le vicende, altrimenti se tutto fosse scontato non ci sarebbe il piacere della lettura.
I romanzi di Deaver sono belli per la sua capacità di descrivere i personaggi e i loro animi facendone storie che si leggono tutto di un fiato, pur essendo abbastanza lunghe.

Il protagonista in negativo del racconto è Pell, un abile manipolatore che riesce a capire le debolezze delle persone e trarne vantaggio. Trova adepti in ragazzi scappati di casa che si sentono soli e cercano un luogo sicuro, in ragazze solitarie col problema di essere accettate. Per riuscire a mantenere il controllo su di loro un leader deve assegnargli dei compiti per evitare che pensino troppo e deve approfittare delle debolezze altrui.
Per alcuni anni Pell è vissuto di espedienti, piccolo furti, borseggi in una sorta di comune e le ragazze che vivevano con lui ora sono cambiate: desiderano che sia nuovamente imprigionato.
Pell invece vuole vendicarsi delle persone sulle quali non ha potere.

Le donne della sua famiglia erano:
Linda è diventata molto religiosa e, non potendo avere figli, si dedica agli altri.
Samantha, la topolina, era molto sottomessa a Daniel e ora ha cambiato nome, si è sposata, ha persino fatto degli interventi di chirurgia per non farsi riconoscere e non vuole rivelare nulla del suo passato al marito.
Rebecca è diventata una donna indipendente che sprona le altre donne a farsi valere nella vita e a difendersi dagli uomini brutali.

Le tre donne aiutano la Dance a capire meglio Pell e anticiparne le mosse, infatti non si spiegano perché non fugga lontano ma si ostini a rimanere in zona, vivendo in motel e rubando auto per sfuggire alla polizia.
Ma Pell è aiutato anche da un'altra donna, Jennie, che in prigione gli inviava lettere infuocate perché attratta da uomini brutali e pericolosi.
Jennie non ha un'alta stima di sé per il suo naso pronunciato ma, in passato, si è sempre fatta maltrattare dai suoi amanti e ora si sottomette nuovamente al volere di un uomo che decida come deve tagliarsi i capelli, vestirsi, comportarsi.
Pell approfitta del suo desiderio di essere accetta e la coinvolge in omicidi e nel suo piano diabolico di vendetta.

La Dance è un donna forte, una delle poche che riesca a tenere testa a un colloquio con l'uomo, e perciò per Pell è pericolosa e velatamente la minaccia di vendicarsi sui suoi figli, ma le intenzione non saranno queste.

La nuova protagonista dei romanzi di Deaver è una poliziotta ma che preferisce il dialogo e l'analisi del comportamento all'azione, capire una persona può portare ad anticiparne le mosse.
Anche lei però si lascia fuorviare da alcuni comportamenti e, soprattutto, si vede come le manchi un uomo dopo la perdita del marito. In fondo una donna spera sempre di trovare un compagno con cui condividere la vita e diventa debole per questo motivo.
Non voglio svelare altro della trama, che ho raccontato veramente in minima parte, perché la bellezza di un thriller è scoprire pagina dopo pagina quello che succede.

Il titolo del romanzo si riferisce alla bambina scampata al massacro della sua famiglia a opera di Pell.


La strada delle croci di Deaver


Un agente ritrova a lato di una strada una croce legata con del fil di ferro e un mazzo di fiori e pensa che sia stata messa lì per ricordare un tragico incidente ma poi vede che la data è quella del giorno dopo.
Il giorno seguente lì vicino viene trovata una ragazza imbavagliata e legata nel portabagagli della sua auto, lasciata ad annegare in riva al mare.
Un’altra ragazza viene aggredita, questa volta in casa propria, e la squadra capitanata dalla Dance deve scoprire chi è il colpevole.
Tutti gli indizi portano al diciassettenne Travis Brigham che le ragazze avevano denigrato sul The Chilton Report, un famoso blog che parla di fatti di cronaca e si prefigge di mettere in luce casi di corruzione.
Il ragazzo una sera, uscendo di strada con l’auto, aveva provocato la morte di due ragazze e per questo tutti gli sono contro accusandolo anche di altre cose.
La Dance va a interrogarlo a casa ma subito dopo scompare e, per ritrovarlo, lei chiede aiuto a un consulente esterno esperto di informatica e di nuove tecnologie, John Boling.
Travis sembra che viva una vita parallela su un sito di giochi di ruolo e che forse non distingua più la realtà dalla fantasia e che così stia cercando chi l’ha insultato per vendicarsi.
Gli investigatori però seguono anche altre piste perché qualcuno potrebbe invece avercela con il proprietario del blog, l’arrogante James Chilton.

Questa in sintesi la trama del romanzo La strada delle croci che si legge rapidamente nonostante le quasi 500 pagine e che riserva colpi di scena come ben sa chi ha letto altri romanzi di Deaver, maestro nel capovolgere le situazioni.

Anche questa volta tutto porta a pensare che il colpevole sia Travis, un ragazzo quasi emarginato a scuola che viene deriso ma che, nella realtà virtuale dei giochi online, diventa mitico.
Molti sono i personaggi del romanzo e alcuni potrebbero nascondere segreti e non essere così sinceri e innocenti. Ho capito, ad un certo punto, chi potrebbe essere il colpevole ma la motivazione è davvero impensabile!

La trentenne Katryn Dance si sente attratta dal collega Michael O’Neill ma l’uomo è sposato e, in questa occasione, lavora a un altro caso e perciò le opportunità per vedersi sono poche. In compenso conosce l’affascinante quarantenne Boling che è simpatico anche ai suoi figli, forse nascerà una storia tra i due?
La Dance però ha altri problemi personali perché la madre infermiera viene accusata di aver praticato l’eutanasia a un agente gravemente ustionato che chiedeva di mettere fine alla sua sofferenza. Tra lei e la madre così si creano incomprensioni e tensioni che forse un dialogo tra le due avrebbe risolto rapidamente.

Nel romanzo si parla di Internet, del mondo di blog e dei giochi di ruolo che sempre più affascinano le persone tanto da farle stare ore e ore online.

Travis è la vittima del cyberbullismo un nuovo modo per prendersela coi più deboli che non possono difendersi, ma l’autore vuole anche mettere in guardia dal fatto che quello che si legge online non è sempre vero. Se chiunque può scrivere qualunque cosa i pericoli sono molti e vanno dalla cattiva informazione al credere come vere cose completamente inventate che possono recare danno.

Sarò la tua ombra: la serie con la Dance


Il titolo originale XO, baci e abbracci, rimanda al saluto con il quale la cantante country Kayleigh Towne firma le sue lettere ai fan che la seguono per il suo talento vocale e la sua capacità di scrivere canzoni molto coinvolgenti.
Ora la giovane Kayleigh si trova nella sua cittadina natale dove deve tenere un concerto ma Edwin Sharp la tormenta sempre, confermando di essere uno stalker che però non ha mai dato segni di pericolosità.
Quando però sul palco muore un componente della band, Bobby, gli investigatori sospettano subito di Edwin e guarda caso visto che in città c'è Kathryn Dance, famosa esperta di cinesica, si avvalgono anche della sua consulenza.
Le morti però non si fermano e tutte sembrano associate alle strofe della canzone Sarò la tua ombra cantata da Kayleigh.

Ma chi sarà il colpevole? Il principale sospettato Edwin, il quale dichiara di essere vittima di un complotto, o qualcun'altro?

Questa volta Katryn Dance deve vedersela con uno stalker e non è facile perché l'uomo ha una visione distorta della realtà e crede che Kayleigh lo ami e che le persone che le stanno attorno impediscano a loro di vedersi.
Sono interessanti le informazioni sugli stalker che sono persone che usano qualsiasi mezzo per scoprire tutto sulla vita della persona che perseguitano. In questo caso: numeri telefonici privati, email, indirizzi, fatti della vita privata ma anche informazioni sulle persone della famiglia o colleghi perché per loro tutto diventa un modo per sapere tutto della vittima!
Certo che essere seguiti sempre da una persona sarebbe davvero terribile!
La stessa tematica era stata toccata dall'italiano D'Antonio in uno dei romanzi della sua trilogia.

La Dance assieme agli investigatori locali analizza le scene del crimine e studia gli indizi, anche con l'aiuto di Lincoln Rhyme di passaggio in città, sarà lui determinante per scoprire un complotto ma il libro non finisce certo lì!
Molto ben caratterizzati tutti i personaggi che come dicevo nascondono segreti. La stessa Kayleigh ha un passato da tenere segreto perché nessuno è quello che sembra.
Alla fine del romanzo ci sono i testi delle sue canzoni e chi volesse ascoltarle può andare sul sito dello scrittore.


Solitude Creek di Deaver


In Solitude Creek l'esperta di cinesica Katryn Dance deve indagare su un incidente avvenuto in un locale i Monterey.
Le persone che stavano ascoltando un concerto si sono fatte prendere dal panico, sentendo gridare al fuoco e vedendo del fumo, trovando le uscite di sicurezza sbarrate sei di loro muoiono calpestati dalla folla, altri rimangono feriti.
Chi sta usando la paura delle persone per uccidere?

In questo romanzo la Dance deve risolvere altri casi: quello di un agricoltore scomparso dopo essersi battuto contro l'esproprio della sua terra e l'omicidio di una ragazza.
Altri attacco di panico si verificano in zona e potrebbe accadere nuovamente una strage se non trovano il colpevole che ha fatto spaventare la gente.

Intanto Katryn deve vedersela con i problemi dei figli adolescenti.

Questo romanzo è diverso dai soliti di Jeffery Deaver ma non per questo meno bello, anzi ho trovato molto interessanti le argomentazioni sul panico e sulle paure che spingono la folla ad agire, spinta dal desiderio di mettersi in salvo. Se un individuo da solo sarebbe razionale, quando si ritrova in mezzo alla gente viene preso dal panico e non fa la cosa più giusta.


Titolo: La bambola che dorme (The Sleeping Doll)
Autore: Jeffery Deaver
Anno: 2007
Editore: Sonzogno
Pagine: 503

Titolo: La strada delle croci (Roadside Crosses)
Anno: 2009
Editore: BUR
Pagine: 498

Titolo: Sarò la tua ombra (XO)
Anno: 2012
Editore: Rizzoli
Pagine: 553

Titolo: Solitude Creek (Solitude Creek)
Anno: 2015
Pagine: 511

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.