19 febbraio 2020

Romanzi con Judy Hammer e Andy Brazil

Patricia Cornwell è una delle autrici americane che prediligono ma i romanzi della serie con Judy Hammer e Andy Brazil hanno deluso le mie aspettative.

Dopo letto i libri con Kay Scarpetta mi aspettavo storie più avvincenti e con trame maggiormente articolate, mentre non è proprio così.

Perciò questa volta sconsiglio la lettura di questi romanzi, ma chi volesse saperne di più può leggere una breve trama e le mie impressioni.

Romanzi con Judy Hammer e Andy Brazil


Il romanzo Il nido dei calabroni


Il nido dei calabroni ha come protagonista Judy Hammer, il capo della polizia di Charlotte, città del Nord Carolina.

La storia è ambientata nella seconda città finanziaria d'America che viene chiamata proprio nido di calabroni per il caos che attanaglia e la frenesia degli abitanti.
In città la delinquenza è molto alta e Judy Hammer ha l'idea di affiancare alla sua vice, Virginia West, un giornalista di cronaca nera, Andy Brazil, per suscitare consensi nell'opinione pubblica.

In città opera un killer che firma i suoi delitti con vernice arancione e proprio su questo si concentrano le indagini della polizia.
Il romanzo, più che parlarci del killer e dei delitti, si addentra nelle vite dei tre personaggi principali, quasi morbosamente, raccontando praticamente tutto di loro.

Essendo questo il primo romanzo in cui troviamo proprio nuovi personaggi forse l'autrice ha voluto presentarli bene ma rendendo la lettura noiosa e prolissa.
Quando ho letto questo libro ho rimpianto la vecchia eroina della Corwell che per fortuna è tornata in altri romanzi, seppure con esiti non sempre soddisfacenti.

Le due donne protagoniste sono forti e pensano molto alla carriera e al lavoro, mentre il giovane e affascinante Brazil sembra immaturo, ma non poteva mancare una storia d'amore, no? Sembra sia stato messo lì per questo!

Più che un thriller è un romanzo che parla della vita dei tutori dell'ordine, peccato non sia stata approfondita la figura del killer che viene preso troppo frettolosamente, senza che venga data una motivazione psicologica alle sue azioni.

Come altri suoi romanzi si parla di politica e di come spesso il lavoro dei tutori dell’ordine sia condizionato dai vari personaggi che vogliono far carriera arrestando qualcuno o prendendosi meriti che non gli appartengono.



Croce del Sud: il secondo romanzo della serie con la Hammer


Nel secondo romanzo della serie, Croce del Sud, la Hammer, assieme al suo vice Virginia West e Andy Brazil, che ora non è più giornalista ma è diventato agente di polizia, viene trasferita a Richmond per tentare di frenare l'ondata di violenza.

La polizia locale non vede di buon occhio i nuovi arrivati e il loro sistema informatico, che qualcuno sabota.
In città ci sono bande di giovani che compiono atti vandalici, come quelli ai danni della statua del Presidente, e sono autori di crimini anche violenti.
Il capo della banda dei lucci è Smoke, un tipo folle che comanda altri giovani deboli e con problemi familiari.

In questo romanzo troviamo i nuovi personaggi della Cornwell nella capitale della Virginia, che si distingue per le atmosfere del Sud e la sua mentalità.

Il libro è ben scritto ma la trama manca di suspense e di colpi di scena e non si può considerare un thriller ma piuttosto un poliziesco, oltretutto pure noioso.

I personaggi sono ben delineati e vengono mostrati poliziotti umani e altruisti che cercano di aiutare le persone in difficoltà che vivono in un ambiente disagiato.

Molto interessante il discorso sulle bande giovanili che imperversano in America, sfruttano i più deboli che cercano nelle bande quello che non trovano in famiglia per svariati motivi o, semplicemente, perché vogliono sentirsi accettati dal gruppo.

Un romanzo passabile ma non tra i migliori della Cornwell, ben peggiori degli ultimi romanzi con Kay Scarpetta, anche perché non ci sono crimini violenti o assassini da ricercare semmai giovani da redimere prima che sia troppo tardi.

L'isola dei cani: romanzo la Hammer


Il libro L'isola dei cani ha un intreccio di trame che risultano molto ingarbugliate e non si può neppure definire un thriller perché l'assassino lo conosciamo già dall'inizio, non dopo le indagini della polizia.

Il governatore della Virginia, Bedford Crimm, vara una legge sul limite di velocità dicendo che un sofisticato strumento è in grado di controllare dagli elicotteri la velocità.
La sperimentazione inizia a Tangier Island ma gli abitanti si ribellano e chiedono l'indipendenza dell'isola dalla Virginia.
Intanto le strade della città sono insanguinate da una serie di omicidi compiuti da una banda di giovani criminali guidati da Smoke.
Il comandante Hammer, con l'aiuto di Andy Brazil, dovrà quindi sedare la rivolta sull'isola e trovare i criminali che uccidono in città.
Judy Hammer è poco presente nell'intreccio del racconto ma troviamo come protagonista Andy Brazil, un giovane poliziotto che passa dall'azione all'indagine informatica con molta facilità, per di più è bello e ben voluto dal comandante.
Sembra anzi che tra i due possa esserci qualcosa di più di un rapporto di lavoro.

I personaggi risultano quasi caricaturali, come il governatore poco intelligente che si fa manovrare dal suo portavoce, la moglie del governatore che sembra quasi una casalinga frustata con la mania di collezionare.
I criminali sembrano psicopatici e gli abitanti dell'isola provenire da un altro secolo e campare solo di elemosine.
Tra l'altro quest'isola era già stata protagonista di un romanzo della Corwell, ricordo che gli abitanti davano ricette mettendole nelle cassette della posta, un'usanza molto carina di diversi Paesi nordici.

Questo romanzo purtroppo è una delusione ma rimane nello scaffale della mia libreria, assieme ad altri libri più riusciti e avvincenti di questa scrittrice. Per fortuna lo avevo comprato in offerta super scontato altrimenti sarebbero stati soldi buttati.

Titolo: Il nido dei calabroni (Hornet's Nest)
Autore: Patricia Cornwell
Anno: 1997
Editore: Mondadori
Pagine: 440

Titolo: Croce del Sud (Southern Cross)
Anno: 1999
Pagine: 376

Titolo: L'isola dei cani (Isle of Dogs)
Anno: 2001
Pagine: 440

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.