30 aprile 2021

Confessioni di un pazzo di raro talento

Confessioni di un pazzo di raro talento di Alfredo Tocchi ha ricevuto il Premio Cesare Pavese Inediti e mi è piaciuto per la sua originalità e per il protagonista, un personaggio che non lascia indifferenti.

Un romanzo abbastanza breve che si legge con piacere e che non annoia mai. Questa volta ho trovato un ebook gratuito, opera prima di questo autore, che consiglio.


Confessioni di un pazzo di raro talento


Confessioni di un pazzo di raro talento

Giulio Di Tocco è un avvocato milanese vicino alla cinquantina che, dopo un ictus, vede in maniera diversa la vita che gli ha dato tanto ma anche tolto la gioia di vivere.

L'uomo discende da una nobile famiglia ed è sempre vissuto negli agi ma dandosi da fare nella sua professione. Quando arriva la malattia anche la moglie lo lascia, ma il loro rapporto si stava trascinando stancamente. 

Ora Giulio vive in un monolocale ma si sente solo e gli occasionali rapporti con prostitute lo lasciano ancor peggio. Si capisce subito che ama le donne ma, inspiegabilmente, nonostante il suo aspetto e i suoi modi non trova una compagna e così ancora cede al richiamo delle belle e giovani prostitute che vorrebbe redimere, come la spagnola Isabel o la polacca Wiga.

Giulio stesso scrive i suoi stati d'animo e racconta la sua vita in un romanzo ma i suoi pseudo amici, che badano di più alle apparenze, lo deridono non capendo la sua sensibilità.

Nonostante l'ossessione del protagonista per le donne mi è piaciuto questo personaggio desideroso di un contatto umano con l'altro sesso e magari di stare solo abbracciato durante la notte con una donna.

Per me l'amore è l'unica ragione di vita, l'unico sentimento umano. Senza amore il nostro viaggio sarebbe troppo triste.

Giulio sembra una persona border line che si spinge troppo alla ricerca di una donna ma è molto sensibile, colto e diverso dalle persone banali che frequenta.

Il sesso è un modo per condividere con qualcuno le emozioni più profonde, i desideri più nascosti, per essere in due.

Ho apprezzato le varie citazioni di libri più o meno famosi e che lui dica una cosa per me verissima:

Chi non ama i libri non è capace di sognare.

Molte altre sono le frasi che rappresentano Giulio e che con il formato digitale diventa semplice evidenziare per poi rileggere.

Le cose che si amano non si posseggono mai completamente. Semplicemente si custodiscono e si tramandano

Ai nostri giorni c'è una smania di possedere oggetti. Bisogna essere consapevoli che si dovranno lasciare perché il tempo passa per tutti, poveri e ricchi, e la cosa più preziosa che abbiamo è la nostra libertà. Ora ne sono convinta più che mai!

Alcune letture riescono a entrarmi nell'animo come se le cose scritte uscissero da me, come nel libro Le coordinate della felicità.

Queste alcune citazioni:

Gli uomini detestano i diversi, cercano i loro simili

L'uguaglianza è un utopia e io rivendico con fierezza la mia diversità

Che mondo sarebbe se tutti noi fossimo uguali! Il bello è l'essere diversi, il rispettarsi e confrontarsi con gli altri

Titolo: Confessioni di un pazzo di raro talento
Autore: Alfredo Tocchi
Anno: 2014
Editore: Edizioni dEste
Pagine: 450

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.