9 settembre 2020

I corpi lasciati indietro: thriller di Deaver

I corpi lasciati indietro è un altro bel romanzo di Jeffery Deaver ambientato principalmente nel Wisconsin.

Questo thriller non è solo ricco di azione ma fa riflettere sulla famiglia e l'importanza del dialogo e della fiducia. Non dire alcune cose può portare a fraintendimenti.
Inoltre, mostra come seguire un figlio sia importante per aiutarlo a distinguere ciò che è bene da ciò che è male.

I corpi lasciati indietro: thriller di Deaver


I corpi lasciati indietro: recensione


Una sera la polizia locale riceve una chiamata da un cellulare e l'unica parola che l'interlocutore pronuncia è  É.  Viene mandata sul posto a fare un controllo di routine l'agente Brynn McKenzie, dopo aver rintracciato il chiamante che ora non risponde più al telefono,
La donna arriva in una casa isolata sul lago Mondiac, vicino a una riserva naturale, e capisce che qualcosa non va. Nella cucina scopre i corpi di due persone, i coniugi Feldam proprietari della casa, e due uomini cercano di ucciderla.
Brynn scappa prima in auto e poi a piedi inseguita dai due. Nel bosco incontra Michelle, un'amica dei Feldam, con la quale inizia una fuga rocambolesca.
Hart e Lewis inseguono le due donne nel bosco in una notte che sarà animata da incontri con altre persone e scontri a fuoco.

Ancora una volta Deaver è riuscito a scrivere una storia ricca di colpi di scena con personaggi ambigui che nascondono le loro vere intenzioni o che hanno un passato che li perseguita.
Più della metà della vicenda si svolge nei boschi attorno al lago Mondiac nell'arco di una notte ma il racconto è così ricco di azione che non sembra neppure che il tempo trascorso sia poco.
La protagonista di I corpi lasciati indietro è una donna forte e risoluta che sembra più interessata al lavoro che alla propria famiglia. Lei è la prima a offrirsi volontaria per una missione trascurando il marito Graham, un uomo bonario che cerca di fare da padre al figlio della donna, Joey. Il ragazzo è un adolescente che racconta bugie e ha comportamenti pericolosi e che per qualche ragione viene protetto dalla madre.

Le due vittime sono una giovane coppia di Milwakee che arriva nella casa al lago per trascorrere il fine settimana, lei è un avvocato e sembra che proprio questo sia il motivo della loro morte. La donna stava indagando su un caso che coinvolge il sindacalista Mankewitz, malvisto in città perché aiuta gli stranieri.
L’uomo non è molto simpatico ma sarà lui il colpevole o solo un capro espiatorio? E perché manda il misterioso James Jansons tra i boschi?

Molti sono i personaggi di questa storia tra poliziotti, criminali e loro parenti o amici. Troviamo la sofisticata Michelle che dapprima risulta poco simpatica a Brynn ma col passare delle ore e, scambiandosi confidenze, la sua opinione cambia.

I due inseguitori sono malavitosi che si trovano lì per un lavoro facile facile secondo il mandante e che si ritrovano a dover eliminare testimoni scomodi e a dare la caccia tra boschi impenetrabili alle due donne.
Lewis è un criminale di poco conto mentre la mente pensante è Hart, un criminale che non lascia impronte né tracce che possano ricondurre a lui o svelare la sua vera identità.
Hart fa il criminale per vincere la noia e non trascorrere una vita monotona, forse è in cerca di emozioni e vede in Brynn una persona come lui, in fuga dalla vita quotidiana.
Brynn e Hart si sfidano in quella lunga notte con tranelli e false piste per battere l’avversario in intelligenza e astuzia in un luogo impervio e pericoloso. Chi sarà il vincitore e la sfida finirà qui?

Alla fine verrà raccontato il passato di Brynn e sarà svelata l'intera vicenda con rivelazioni inaspettate ma non imprevedibili per chi conosce questo autore e la sua capacità di raccontare i fatti in modo che possano essere capiti in maniera differente.
Se volete leggere un romanzo molto bello dell'autore consiglio sicuramente La lacrima del diavolo.
Forse la fine è un po' precipitosa e non vengono chiariti abbastanza nel dettaglio alcuni fatti, ma nel complesso è ben thriller che si legge molto velocemente.

Titolo: I corpi lasciati indietro (The Bodies Left Behind)
Autore: Jeffery Deaver
Anno: 2008
Editore: Rizzoli
Pagine: 404

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.