12 febbraio 2020

La lacrima del diavolo: romanzo di Deaver

Anche nel romanzo La lacrima del diavolo Jeffery Deaver si conferma un grande scrittore di thriller, fino all'ultimo si resta col fiato sospeso.

Sono una fan di questo autore americano che ha scritto libri che praticamente ho divorato perché volevo arrivare a leggere il finale.
All'epoca, però, leggevo le versioni cartacee che, secondo me, riescono a tenere incollati alla pagina molto meglio degli ebook.

La lacrima del diavolo: romanzo di Deaver


La lacrima del diavolo


L'ultimo giorno dell'anno in una Washington insolitamente calda e corrotta, un uomo, il Becchino, spara tra la folla della metropolitana e colpirà ancora, ogni quattro ore, se il sindaco della città, Gerald Kennedy, non pagherà 20 milioni di dollari.

Il mandante di questi omicidi, Gilbert Havel, muore mentre si reca a ritirare il denaro e perciò il killer continuerà a uccidere.

L'agente del FBI incaricato delle indagini, Margaret Lukas, ha come unico indizio per fermare lo spietato killer la lettera di richiesta del denaro.
Per questo motivo viene chiamato l' esperto calligrafo Parker Kincaid, un ex agente che ha lasciato il suo incarico nel FBI anni prima, dopo che un assassino aveva tentato di entrare nella camera di suo figlio. Ora Parker teme di far riaffiorare le antiche paure nel bambino e che la sua ex moglie ne approfitti per avere l'affidamento dei figli.

In un susseguirsi di colpi di scena si sviluppa la trama del racconto, tra indagini scientifiche del documento e deduzioni degli investigatori.

Alla fine si arriverà a scoprire chi veramente ha ideato il folle piano perché i romanzi di Deaver non sono mai scontati e anche La lacrima del diavolo riserva molte sorprese.

A me è piaciuto molto, posso dire che sia avvincente come quelli della serie con Lincoln Rhyme.

Da questo romanzo è stato tratto anche un film per la TV che ha lo stesso titolo.


Titolo: La lacrima del diavolo (The Devil's Teardrop)
Autore: Jeffery Deaver
Anno: 1999
Editore: Sonzogno
Pagine: 480

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.