11 aprile 2020

Come organizzare le pulizie di casa

Pur essendo una casalinga imperfetta mi piace essere organizzata in tutte le cose che faccio per risparmiare tempo e per dare un metodo al mio lavoro.

A volte mi ritrovo, soprattutto quando devo pianificare i miei viaggi o scrivere i post, ad avere un mucchio di fogli sparsi in giro ma questa è un'altra storia.

Per quanto riguarda le pulizie in grande di casa, che fin da piccola ho sentito nominare come pulizie di primavera, ho negli anni perfezionato un metodo per organizzare tutto nel migliore dei modi.

Come organizzare le pulizie di casa: nella sala


Come organizzare le pulizie primaverili di casa


Per la verità l'organizzazione delle pulizie può essere fatta anche per le pulizie quotidiane o settimanali ma è proprio con l'arrivo delle belle giornate primaverili che si ha voglia di dare aria alla casa e pulire tutto per bene.

Può essere utile per l'organizzazione fare una lista mentale delle cose da fare:
  • dividere le pulizie per stanza o per tipologia
  • pulire le parti alte dei mobili
  • pulire l'interno dei mobili
  • lavare tende, tappetti, fodere dei cuscini del divano
  • fare il cambio dell'armadio e della scarpiera
  • pulire le fughe delle piastrelle di bagno e cucina
  • pulizia del balcone o del giardino

Per le pulizie mi sono fatta questo schema che tengo a mente sempre per cercare di ottimizzare le tempistiche e per avere una stanza perfettamente pulita in uno o due giorni, a seconda di quanto tempo voglia dedicare ai lavori domestici.

Dividere le pulizie della casa per stanza o per tipologia


Io ho sempre odiato salire sulle scale e cerco di farlo il meno possibile, faccio trekking passando su stretti sentieri esposti eppure salire qualche gradino mi scatena il senso di vertigini!
Facendo le pulizie di primavera è bene pulire in profondità ogni cosa, come la parte alta dei battiscopa che con l'aspirapolvere non si riesce o gli angoli, strusciando bene per eliminare ogni sporcizia accumulata.

organizzare pulizie cucina

Pulire le parti alte di casa e dei mobili


Quando devo pulire casa cerco di pulire tutto in un giorno le parti alte utilizzando così la scaletta solo quella volta.
Le parti alte possono essere i cassonetti delle serrande, le finestre (dentro e fuori), le parti alte degli armadi e dei mobili, le cornici delle porte, la parte alta delle porte stesse e le cornici dei quadri.

Perfezionando il metodo si può partire da una stanza e pulirla tutta in un giorno oppure una volta pulire la parte alta di due stanze e l'interno dei mobili di una di queste.

Pulire l'interno dei mobili


Approfittando delle pulizie di primavera si possono pulire bene tutti i mobili e buttare via le cose che non ci servono più.
Nell'armadio dei medicinali si possono trovare confezioni scadute, nella dispensa confezioni di cibo scadute che ci eravamo dimenticati di aver comprato, documenti che ormai non serve più tenere, oggetti rotti, calzini spaiati, cose che semplicemente teniamo da anni senza averle mai usare e che sarebbe l'ora di fare decluttering.
Durante le pulizie non bisogna dimenticare di pulire bene i caloriferi avendo l'accortezza di togliere la polvere da tutte le scanalature che possono avere.

Lavare tende, fodere e tappeti


Generalmente le tende si lavano due volte l'anno e in primavera si può cogliere l'occasione per far risplendere casa procedendo al lavaggio di ogni cosa, visto che ormai non si accenderanno più i caloriferi.
Se abbiamo un divano sfoderabile possiamo lavare le fodere dei cuscini ma se non sono sfoderabili possiamo con una spazzola passare bene tutte le superfici per togliere la polvere accumulata.
Se in camera si ha un letto con la copertura in stoffa ugualmente si dovrà lavare il tutto.
Altri tessuti da lavare in casa possono essere i cuscini delle sedie di cucina, che comunque andrebbero lavati molto più spesso, così come i tappeti.
Per comodità ho acquistato tutti tappeti morbidi che possono essere messi in lavatrice e che si asciugano in fretta anche in inverno.
Al solito raccomando di utilizzare prodotti detergenti ecologici per rispettare l'ambiente e per rischiare di avere residui nocivi sui tessuti.

Fare il cambio dell'armadio e della scarpiera


Non so quanto spazio abbiate a casa ma generalmente il cambio armadio si vede fare anche solo per spostare i capi invernali/estivi dall'alto in basso.
Questa occasione è buona per pulire bene ogni ripiano e cassetto e per buttare via o dare via vestiti che non si indossano mai o che sono sciupati.
La stessa cosa vale per la scarpiera perché pur non avendo tantissime scarpe non tutte mi stanno all'interno e perciò quelle che non uso in quella stagione le ripongono nello scomparto del letto contenitore.

Pulire le fughe delle piastrelle


Una pulizia noiosa da fare è quella delle fughe delle piastrelle che, soprattutto nella zona della vasca o della doccia e sopra il lavello, possono fare la muffa.
Questa operazione può essere fatta anche con un prodotto apposito che rinnova le fughe riportandole al bianco originario.


Se l'acqua del rubinetto è troppo ricca di calcaree sulle piastrelle si può formare una patina biancastra che viene via a fatica, usando un prodotto anticalcare.
Per quanto riguarda le fughe si possono ripassare con un prodotto apposito e con molta pazienza.

Pulizia del balcone o del giardino


Chi ha il balcone deve dedicarsi anche alla pulizia di questo e di eventuali mobili da usare nel periodo estivo.
Se si ha il giardino bisognerà occuparsi anche dei fiori in vaso o nelle aiuole e delle piante un po' tutto l'anno, lavoro che dà soddisfazione quando si vedranno le fioriture.

Nel mio excursus sulle pulizie non ho dimenticato il ripostiglio che spesso è tutto sottosopra perché si mettono dentro le cose che si vuole togliere dalla vista.
Anche qui occorre procedere con la puliture delle superfici e cercare di ordinare gli oggetti per trovarli subito, in caso di necessità.

Imprevisti durante le pulizie di primavera


Fare le pulizie di primavera permette di osservare con attenzione ogni angolo di casa e vedere se ci sia bisogno di dare un'imbiancata, di eliminare crepe dai muri o la muffa che si può sviluppare per una cattiva circolazione dell'aria o per infiltrazioni d'acqua.
In casa ho tutta una serie di attrezzi che posso usare per mantenere bene le pareti senza far intervenire un imbianchino, certo lui sarebbe un professionista ma se posso risparmiare faccio i lavori da sola.


Comunque ho imparato che nel caso si avesse bisogno di un elettricista, imbianchino, muratore, idraulico meglio rivolgersi a un professionista abilitato e far svolgere i lavori a regola d'arte.

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.