18 agosto 2021

La serie poliziesca con Jonathan Stride

La serie poliziesca con Jonathan Stride di Brian Freeman è ambientata della cittadina di Duluth nel Minnesota che l'autore conosce bene perché ha vissuto lì per moltissimi anni.

Molti di questi libri sono stati premiati come il primo Immoral che ha ricevuto il Premio Macavity come miglior romanzo poliziesco dell'anno.


La serie poliziesca con Jonathan Stride



La serie di Jonathan Stride

Questa serie di romanzi polizieschi ha per protagonista un investigatore molto abile che, anche grazie all'aiuto delle colleghe, riesce a catturare i responsabili di efferati crimini.


Immoral

La diciassettenne Rachel Deese è una ragazza molto bella e disinibita. Un giorno scompare e il tenente Jonathan Stride viene chiamato a indagare. Si sospetta che sia stata uccisa anche se il corpo non è stato trovato.

Le indagini portano alla luce i rapporti conflittuali che la ragazza aveva con la madre e col patrigno, uno dei sospettati. In zona in passato era scomparsa anche Kerry McGrath e perciò si pensa che le due vicende siano collegate e che operi un serial killer.

Assieme a Stride indaga il sergente Maggie Bei, una bella donna di origini asiatiche innamorata di lui.

La storia di Immoral non è così limpida come potrebbe apparire e i colpi di scena si susseguono rendendo la lettura molto avvincente.

La danza delle falene

Il marito di Maggie, Eric, viene ucciso nel salotto con la pistola di lei che diventa la principale sospettata. Stride, suo partner, non può occuparsi ufficialmente del caso che passa a Teitscher che crede nella colpevolezza della collega.

Stride si occupa della scomparsa della giovane Tanji che aveva presentato una denuncia di stupro poi ritrattata. Il suo corpo viene ritrovato nel lago ghiacciato e si scopre che aveva partecipato come ragazza alfa a una serata in un club privato.

Le due vicende sono collegate e qualcuno sta ricattando il procuratore Dan Erickson con foto compromettenti. Serena, la compagna di Stride, sta lavorando per lui nonostante non gli stia per nulla simpatico e sospetti che nasconda molti segreti.

Anche questo romanzo si rivela ricco di colpi di scena e la trama appare abbastanza originale. Molte persone si troveranno a rischiare la propria vita nel gelido inverno di Duluth.



Polvere e sangue

Il 4 luglio del 1977 Laura Starr fu uccisa con una mazza da baseball e ora la vicenda torna agli onori della cronaca con l'arrivo in città di una donna, Tish, che sta scrivendo un libro su quella storia.
Laura era la sorella di Cindy, la moglie di Stride morta di cancro qualche anno prima.

All'epoca Stride era un ragazzino ma quella tragica vicenda lo spinse a diventare un investigatore.

Per il delitto fu sospettato un senza tetto che scappò via ma ci sono dubbi anche sul ruolo del ricco avvocato Peter Stanhope.

La storia è molto bella e sempre ricca di continui colpi di scena e perciò sino all'ultimo non si sa con certezza come siano andate le cose.

In questi romanzi di Freeman è bello anche leggere le vicende personali dei protagonisti che nel tempo mutano i rapporti tra loro tra amori sbocciati, problemi personali e segreti non detti.

Il respiro del ghiaccio

A Duluth l'autunno è come se fosse inverno ma i crimini non hanno tregua. Una notte viene rapita la piccola Callie e il sospettato è il madre Marcus, un famoso chirurgo che in quel momento era solo con lei nella loro lussuosa dimora.

Nel frattempo a poca distanza un killer rapisce donne nelle loro fattorie e i corpi non vengono più trovati. L'ultima cerca di fuggire e la poliziotta Casey, che per caso si trova a passare per la strada sterrata, cerca di salvarla ma senza successo.

Stride, reduce dalla convalescenza dove un brutto incidente, viene chiamato a indagare sul primo caso assieme a Serena e scopre che Marcus e la moglie Valerie nascondono tanti segreti e che qualcuno potrebbe aver rapito la bambina per vendetta.

Maggie indaga sul caso del killer e usciranno fuori dei collegamenti inaspettati tra le due vicende.

Questo romanzo è molto bello alla pari dei precedenti e Freeman si conferma abile nell'ideare trame complicate ma nelle quali tutte le vicende vengono chiarite.

Titolo: Immoral
Autore: Brian Freeman
Anno: 2005
Editore: Piemme
Pagine: 384

Titolo: Las Vegas Baby (Stripped)
Anno: 2006
Pagine: 403

Titolo: La danza delle falene (Stalked)
Anno: 2007
Pagine: 384
Titolo: Polvere e sangue (In The Dark o The Watcher)
Anno: 2008
Pagine: 379

Titolo: Il respiro del ghiaccio (The Burying Place)
Anno: 2009
Pagine: 404


Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.