4 gennaio 2019

Le cose che nessuno sa: il disagio di una giovane

Cose che nessuno sa è il secondo romanzo dello scrittore palermitano Alessandro D'Avenia e racconta il disagio di una giovane.
L'autore è laureato in lettere classiche e il suo amore per i classici traspare dalle pagine di questo romanzo che consiglio per le tematiche che affronta: parla di solitudine e di sentimenti nel nostro mondo fatto di troppi impegni e troppe aspettative.

Le cose che nessuno sa: il disagio di una giovane


Le cose che nessuno sa il libro di D'Avenia



La protagonista di Le cose che nessuno sa è Margherita una ragazza di quattordici anni che inizia il liceo col peso di una grande perdita affettiva. Il padre, senza dire nulla, se ne è andato di casa e lei si sente sola e abbandonata, sola in un corpo ancora acerbo e sgraziato che rifiuta il cibo.
Margherita conosce Marta una ragazza che proviene da una famiglia molto numerosa, per lei strana, e Giulio, un ragazzo abbandonato dalla madre appena nato e cresciuto in una casa accoglienza, perciò con molte cose in comune con lei.
Margherita pensa sempre al padre e, quando il professore di lettere spiega in classe l'Odissea, si immedesima in Telemaco e come lui desidera andare alla ricerca del padre.

La storia mi è piaciuta perché racconta molto bene il disagio di una giovane ragazza presa da problemi familiari. che le sembrano più grandi di quello che in realtà sono.
Margherita ha pensato sempre al padre come un punto fermo della sua vita e ora le manca, è brutto vedere come non riesca a confidarsi con la madre e neppure con la nonna, che le spiega la vita attraverso metafore.
Il suo desiderio di ritrovare il padre è comprensibile, ma potrebbe costarle caro perché la sua giovane età la rende vulnerabile.
Tra i diversi personaggi positivi, come Marta e la madre, c'è quello negativo del padre che non capisce per quale ragione vada via, senza dare spiegazioni, e non voglia più vedere i figli che si sentono abbandonati. Se aveva problemi con la moglie e voleva lasciarla non avrebbe mai dovuto rinunciare a vedere i figli!

Il personaggio di Giulio è ambiguo, si capisce come desideri una famiglia e l'amore pur ostentando un comportamento da duro e da spavaldo.
Un'altro personaggio interessante è quello del professore che sembra un alter ego dell'autore stesso, un uomo amante della letteratura ma incapace di manifestare i propri sentimenti alla donna che ama. La sua immaturità lo porta a rifiutare un legame serio e a farsi una famiglia, io non vedo tanto negativa questa cosa perché non è scontato che tutti debbano, ad un certo punto, sposarsi o convivere.

Il finale è un po' troppo precipitoso mentre avrei voluto che la storia continuasse per sapere come sarebbe continuata la vita di Margherita.

Titolo: Cose che nessuno sa
Autore: Alessandro D'Avenia
Anno: 2011
Editore: Mondadori
Pagine: 332

3 commenti:

  1. Non ho mai letto questo libro ma dalla tua descrizione, sembra interessante.

    RispondiElimina
  2. Un libro che affronta tematiche molto attuali...disagi, come li chiamo io, del terzo millennio.
    Nicoletta

    RispondiElimina
  3. Ho già letto, tempo fa, un libro di Alessandro D'Avenia e me ne innamorai.
    Lo trovo un bravissimo autore e scoprire, ora, un altro suo libro...che dire: wow!
    Dalla tua descrizione, mi piace tantissimo.

    RispondiElimina

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.