11 gennaio 2019

La ragazza di carta: la protagonista prende vita

Dopo aver letto altri romanzi di Musso ho preso in prestito in biblioteca La ragazza di carta, che ho finito in pochissimo tempo presa dalla storia di questa ragazza, protagonista di un romanzo, che prende vita.
Trovo che l'autore francese sappia ideare storie appassionanti, al limite dell'irreale, ma anche molto ricche di sentimento.
In fondo sono un poco romantica, sebbene legga spesso romanzi pieni di violenza mi piacciono anche queste belle storie che fanno sognare.

La ragazza di carta: la protagonista prende vita



La ragazza di carta: la trama



Il protagonista del romanzo La ragazza di carta è lo scrittore Tom Boyd che, dopo il successo di due romanzi, ha un blocco perché la fidanzata Aurore Valancourt, una celebre pianista, lo ha lasciato.
Così Tom da due mesi è chiuso nella sua villa sulla spiaggia di Malibù a imbottirsi di tranquillanti, la visita dell'amico e manager Milo non è certo un sollievo. Costui gli rivela che per colpa di investimenti sbagliati praticamente sono rimasti senza soldi.
Nella notte Tom riceve una visita davvero inaspettata: la protagonista dei suoi romanzi Billie, che praticamente piomba sul suo terrazzo senza vestiti addosso. All'inizio pensa che sia una mitomane ma, dopo averle fatto una serie di domande, inizia a crederle e i due vengono a un patto.
Billie l'aiuterà a riconquistare Aurore, che si trova in vacanza in Messico col nuovo fidanzato, mentre Tom terminerà il terzo romanzo nel quale finalmente Billie sposerà l'uomo che ama.

La ragazza di carta: la recensione


La storia è davvero originale, è bello pensare che la protagonista di un romanzo prenda vita e interagisca con chi l'ha creata e lo sproni ad andare avanti con la sua opera letteraria.
Billie è arrivata per caso, per colpa di un errore di stampa in tipografia, e si rivela una ragazza molto determinata e uguale in tutto alla creazione della mente di Tom. Molte volte Tom non approva ciò che lei fa, in fondo l'ha creata lui e perciò si comporta così per colpa sua!
Tom seppure sia diventato famoso e ricco è rimasto una persona semplice avendo conosciuto la povertà nella sua infanzia. Sembra strano che desideri accanto a sé una donna come Aurore che sembra troppo volubile e algida.

Gli uomini spesso cercano donne bellissime per averle accanto come fossero un trofeo da mostrare e fare invidia agli altri, ma il vero amore si deve cercare in una persona che si lascia amare e si metta in gioco.
Magari Tom sarebbe stato bene accanto a una donna come Billie, peccato che sia solo il frutto della sua immaginazione!

Una delle cose belle del libro è l'amicizia tra Tom, Milo e Carole che sono cresciuti assieme e si aiutano a vicenda a superare le difficoltà della vita e che, seppure abbiano i loro segreti, alla fine sono ancor più legati.

Trovo che Musso scriva bene e riesca a far appassionare alle sue storie nelle quali i dialoghi sono sempre molto importanti.
Molto belle alcune frasi che non si possono che condividere:
In fondo, credo che l'amore non sia altro che questo: la voglia di vivere le cose in due, arricchendosi a vicenda con le proprie differenze
Continuerò a sicuramente a leggere Musso per le sue belle storie che fanno sognare.

Titolo: La ragazza di carta (La fille de papier)
Autore: Guillaume Musso
Anno: 2010
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 372 

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.