14 dicembre 2018

Il libro giallo: La miglior vendetta

La miglior vendetta dell'americana Elizabeth George si può definire un classico libro giallo più che un thriller.

Questo è il secondo romanzo della serie che ha per protagonista l'Ispettore Lynley, attualmente sono arrivati a 20!

Era molto che non leggevo un classico giallo, con i requisiti fondamentali di un giallo:
tanti personaggi indiziati, nessun movente apparente, nessun testimone, un assassinio avvenuto in una stanza chiusa dall'interno.

Il libro giallo: La miglior vendetta


La miglior vendetta: giallo ambientato in Scozia


Le vicende del giallo La miglior vendetta iniziano in Scozia, nelle vicinanze del lago Achiemore, in un'antica residenza trasformata dalla proprietaria, dopo la morte del marito, in albergo.
Questa residenza di campagna ospita una compagnia teatrale londinese, riunita per discutere sul copione che devono rappresentare da lì a poco per l'inaugurazione di un teatro.
Tutti i presenti si conosco da anni e nascondono storie d'amore, antiche rivalità, gelosie e alla sera c'è un'accesa discussione tra loro.
Nella notte viene pugnalata a morte l'autrice della commedia, Joy Sinclair, trovata nella sua stanza chiusa a chiave e tutti possono essere i colpevoli.

Immediatamente, per far luce sulla vicenda viene chiamato l'ispettore Thomas Lynley, nonché ottavo conte di Asherton, accompagnato dal sergente Barbara Havers e dall'esperto criminale St. James.
Quella notte nella residenza erano presenti, undici possibili sospetti:
- la proprietaria, Mrs Francesca Gerrard, una donna sempre stata brutta che invecchiando lo è diventata ancor di più
- il fratello, Lord Stinhurt, un uomo vicino alla settantina e col fascino di Cary Grant. Un uomo molto altezzoso, che ha fallito la vita familiare e si è buttato sulla carriera, è il produttore della commedia e proprietario del teatro che deve essere inaugurato
- la moglie Marguerite, che lo ha sopportato per molti anni e ora sembra non volerlo più
- la loro figlia di 36 anni, Elizabeth, una donna poco attraente e che cura poco il proprio aspetto
- Joanna Ellacourt, la prima attrice della commedia, che ha avuto una lite col marito perché non vorrebbe più lavorare con l'attore Robert Gabriel, e con Joy, perché aveva apportato dei cambiamenti alla commedia, lasciando la parte principale alla sorella Irene
- David Sydeham, marito di Joanna, che l'ha scoperta da giovane e aiutata a fare carriera e ora le gestisce i soldi e il lavoro
- Irene Sinclair, sorella di Joy, attrice nella commedia e che ha avuto forti dissapori con la sorella, in passato è stata amante di suo marito
- Robert Gabriel, marito di Irene e dongiovanni impenitente
- Jeremy Vinney, critico teatrale e con un passato di attore
- Rhys Davies-Jones, cugino di Joy e attore, con un passato da alcolista
- Lady Helen Clyde, una giovane che ha la stanza comunicante con Joy e che trascorre la notte con Rhys, suscitando le gelosie dell'ispettore Lynley, che la ama in segreto.

Proprio la gelosia di Lynley nei confronti di Helen lo portano all'inizio a sospettare unicamente di Rhys, ma nel corso delle indagini scopre cose che la famiglia di Lord Stinhurt vorrebbe tenere nascoste. Joy era stata innamorata del figlio Alec, morto tragicamente e così era venuta a conoscenza di un segreto di famiglia.
Lynley, avendo sangue blu nelle vene, sembra credere a tutto quello che dice Lord Stinhurt, ma fortunatamente il sergente Havers è una donna di umili origini, che non ha paura di confrontarsi col potere dei nobili e con la loro superbia.
Durante le loro indagini vengono a sapere che Joy aveva cambiato il copione, volendo rivelare qualche segreto della famiglia taciuto a lungo, forse il possibile movente, oppure qualcosa legato al libro che voleva scrivere su un suicidio di una donna avvenuto molti anni prima.

La miglior vendetta: la recensione


L'autrice del romanzo La miglior vendetta descrive molto bene gli ambienti, con molti dettagli che arricchiscono il racconto, i personaggi sono ben caratterizzati e tra le pagine si potrebbe arrivare alla soluzione del caso, molto complicato. In vari momenti si pensa che gli investigatori siano a una svolta decisiva, ma tanti sono i segreti e le cose non dette di questi personaggi.
Come al solito è una donna, la Havers, a capire che non tutto è come sembra e a voler fare indagini a 360 gradi, per non escludere alcuna ipotesi.
L'ispettore Lynley, uomo molto affascinante e di classe, vorrebbe che il colpevole fosse Rhys, il suo rivale in amore.
Al solito un uomo capisce di essere innamorato quando si rende conto di aver perso la sua amata, per anni aveva considerato Lady Helen come un'amica speciale e saperla tra le braccia un altro lo ha shockato.
Gli attori del romanzo sono molto stereotipati, come la classica attrice vamp e il dongiovanni, che corre dietro a tutte le donne, che lo vogliono perché è un attore!
I momenti descrittivi più belli del romanzo sono quelli che si svolgono in Scozia, quando questo gruppo di persone è costretto a stare assieme, pur non sopportandosi a vicenda, perché lì vengono fuori gli stati d'animo di ognuno, le loro debolezze e i loro caratteri.
La bella Helen si sente disperata perché ha dovuto trascorrere un'intera giornata in vestaglia senza farsi il bagno! Pure gli altri non sono abituati a stare chiusi in una stanza a disposizione della polizia per un'intera giornata, coi nervi a fior di pelle e sentendosi indiziati.

Consiglio la lettura di questo romanzo a chi ama il classico giallo e vuole mettersi alla prova e tentare di capire chi sia il colpevole

Titolo: La miglior vendetta ((Payment in Blood)
Autore: Elizabeth George
Anno: 1989
Editore: TEA
Pagine: 429

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.