3 agosto 2018

Ricetta dei pancake alla banana senza uova

A colazione sono solita preparare qualcosa di veloce ma durante il trekking in Nepal spesso ho mangiato i pancake alla banana e perciò una volta tornata a casa ho voluto provare la ricetta.

Pensavo fosse molto più laborioso preparare i pancake ed invece sono veloci e facili da fare e perciò ora non ho più scuse per non fare qualcosa di gustoso a colazione e naturalmente completamente vegano.

I pancake si possono fare in tanti modi diversi: con uova, con uova e latte, senza uova, con latte vegetale e perciò ognuno può scegliere la variante preferita.

Ricetta dei pancake alla banana senza uova


Ingredienti per i pancake alla banana (3 pancake)



  • 100 grammi di farina tipo 2
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna chiaro
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 2 pizzichi di sale fino

  • 100 ml di latte vegetale (riso)


per guarnire a scelta tra sciroppo d'acero, sciroppo di dattero, crema alla nocciola, marmellata.

Ricetta dei pancake alla banana senza uova 


La mattina durante il mio trekking in Nepal avevo l'abitudine di mangiare un grande pancake, a volte semplice e altre volte con banane oppure mele. Tornata a casa ho voluto rifare la ricetta e ho scoperto che non è piatto tipico della loro cucina come ad esempio l'aloo paratha ma lo fanno per venire incontro ai gusti dei turisti stranieri.
Io mi ero sincerata che non contenesse uova visto che anche in viaggio cerco di seguire la dieta vegana e perciò un bel pancake con una tazza di tè era la mia colazione sostanziosa per iniziare bene la giornata.

Il pancake alla banana senza uova si prepara molto velocemente. Si mescolano gli ingredienti asciutti: farina, zucchero, lievito per dolci e sale. Dopo si aggiunge il latte vegetale, io ho usato quello di riso che è molto leggero, e si gira bene l'impasto in modo che non faccia grumi e rimanga bello omogeneo.

Quindi si aggiunge una banana tagliata a rondelle oppure se si preferisce una mela tagliata a fette sottili.

In una padella antiaderente si versa una goccia d'olio e dopo si mette l'impasto cercando di formare pancake rotondi e non troppo alti.

Dopo alcuni minuti aiutandosi con una paletta si rigira e si completa la cottura dall'altro lato.

Una volta tolto dal fuoco si può gustare senza alcun condimento oppure aggiungere uno sciroppo, la crema di nocciole vegana oppure marmellata. Chi non è vegano può mettere sopra anche il miele, in Nepal era un'opzione molto gettonata dai turisti.

Il pancake è dolce ma non troppo e dà la giusta energia per iniziare bene la giornata.

Vista la sua bontà si può gustare il pancake alla banana in versione vegana anche a merenda in alternativa ai prodotti confezionati che io spero sempre che vengano banditi dalle nostre case per quelli più salutari preparati direttamente da noi.

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.