23 maggio 2018

Il thriller storico Il ladro di Anime di Doherty

Tempo fa, quando leggevo un libro a settimana, ho letto il thriller storico Il ladro di anime dello studioso del Medioevo e del Rinascimento Paul Doherty.

Il romanzo del 1997 è ambientato nell'Inghilterra del 1565 e ha come titolo originale The Soul Slayer che letteralmente si può tradurre nell'uccisore di anime, leggermente differente rispetto alla versione italiana.
Più appropriato parlare di uccisore perché Henry Frogmore uccide le persone strappando loro poi il cuore.

Il thriller storico Il ladro di Anime di Doherty


Il thriller storico Il ladro di Anime


La trama di Il ladro di anime di Doherty è abbastanza articolata e numerosi sono i personaggi che s'incontrano.

Forgmore arriva a Dunmow, nella regione dell''Essex, come nuovo parroco e iniziano a sparire diverse persone.
La giovane Rebecca Lennox, affetta da labbro leporino, viene accusata di essere una strega e rischia la morte se non fosse salvata da William Cowper, spia mandata dalla Regina per scovare il Ladro di anime.
Rebecca viene incarcerata perché aveva aiutato a fuggire Michael St. Clair un gesuita, anch'esso sulle tracce di Frogmore.
Anche l'italiano Teodoro Ragusa vuole trovarlo per conto dell'imperatore ottomano Solimano.
Le vicende si spostano poi dall'Inghilterra alla Russia, alla corte dello spietato zar Ivan.

Il romanzo non si può classificare in un genere ben definito perché allo stesso tempo è un romanzo storico e un thriller con risvolti horror.
Molto diversi tra loro sono i protagonisti di questa storia ambientata in un'epoca nella quale le violenze erano all'ordine del giorno e si credeva molto alla superstizione.

Rebecca è una giovane dall'animo puro che possiede doti di preveggenza che le saranno utili per capire cosa fare. Il suo difetto fisico, il labbro leporino, la rende diversa dagli altri e la diversità l'accomuna a William Cowper, l'albino al soldo della Regina.
Cowper viene chiamato Uomo di Giuda ma non ho ben capito cosa significhi, forse cacciatori di gesuiti nell'Inghilterra divenuta protestante dove i cattolici non sono certo ben visti.

Poiché l'autore è uno storico penso che tutti i riferimenti alle usanze di quell'epoca siano corretti ma incuriosita dagli oppritchina le guardie dello zar ho cercato online qualche notizia senza trovare nulla se non riferimenti proprio a romanzi fantasy nei quali compaiono. Perciò mi resta il dubbio che parecchio sia frutto della fantasia di Doherty che comunque ha scritto una storia molto inverosimile.

Il cattivo è Frogmore, un uomo che vive da secoli e che ha la capacità di trasformarsi nella persona che uccide dopo aver compiuto un rituale magico con il cuore e le candele.
Davvero poco credibile ma se questo non bastasse si scoprirà la presenza di un angelo sceso sulla Terra!

La storia è sicuramente ricca di avventure ma piuttosto improbabile, non nego però che si legge molto volentieri incuriositi da come andrà a finire.

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.