9 giugno 2014

I tipici sgabei spezzini

Gli sgabei sono un tipico antipasto servito nello spezzino che però può diventare anche piatto unico.

 La ricetta per la preparazione degli sgabei è molto semplice e non richiede molto tempo e sembra che le sue origini siano antiche, infatti per non buttare la pasta avanzata del pane la si friggeva
nell'olio. Gli sgabei in genere sono abbastanza lunghi ed uno è sufficiente per una persona ma preferisco farli più piccoli in modo da friggerli in una piccola padella con abbondante olio.

I tipici sgabei spezzini



Per la preparazione dell'impasto servono 400 grammi di farina che va messa sulla spianatoia ed impastata con un cubetto di lievito di birra da 20 grammi sciolto in acqua tiepida con un pizzico di sale. Si aggiunge l'acqua necessaria per fare un impasto morbido che va lavorato un pochino ed infine coperto e fatto lievitare per un'ora e mezzo.

Dopo questo tempo si divide l'impasto a strisce delle dimensioni desiderate e si lascia nuovamente lievitare per circa 30 minuti.

Quindi si friggono gli sgabei in abbondante olio finché non diventano leggermente dorati.

Quindi si scolano su carta assorbente e si mette sopra ad ognuno un pizzico di sale.

Gli sgabei risulteranno belli gonfi e croccanti e soprattutto buoni. Si possono mangiare da soli oppure tagliati a metà e conditi con formaggio o salumi ma anche con acciughe o altri condimenti di proprio gusto. 
L'importante è che vengano gustati belli caldi!

Nessun commento:

Posta un commento

Prima di commentare ti invito a leggere la Privacy Policy del blog per l'accettazione.